Nobiltà in lockdown. Monologhi in tempo di covid

Nobiltà in lockdown. Monologhi in tempo di covid

Nobiltà in lockdown
Monologhi in tempo di covid

Di e con Silvia Benzi
Regia Monica Lombardi

Progetto borgo del teatro – l’archivio delle storie
Contributo Fondazione SociAL

Riprese di Paolo Gambaudo
Illustrazioni di Jacopo Ricci

Realizzazione Gli Illegali, BlogAL

Collaborazione FITA Teatro Piemonte, FITA Nazionale

Location Cittadella di Alessandria (bastione santa Barbara)

Consegna a domicilio. Monologhi in tempo di covid

Consegna a domicilio. Monologhi in tempo di covid

Consegna a domicilio.
Monologhi in tempo di covid

Di e con Massimo Brioschi

Progetto borgo del teatro – l’archivio delle storie
Contributo Fondazione SociAL

Riprese di Paolo Gambaudo
Illustrazioni di Jacopo Ricci

Realizzazione Gli Illegali, BlogAL

Collaborazione FITA Teatro Piemonte, FITA Nazionale

Location L’Officina di Largo Catania

Abbiamo proseguito imperterriti. Monologhi in tempo di covid

Abbiamo proseguito imperterriti. Monologhi in tempo di covid

Abbiamo proseguito imperterriti.
Monologhi in tempo di covid

Di Luigi Mariano Di Carluccio
Con Luigi Mariano Di Carluccio, Teseo Di Carluccio
Collaborazione Renza Borello

Progetto borgo del teatro – l’archivio delle storie
Contributo Fondazione SociAL

Riprese di Paolo Gambaudo
Illustrazioni di Jacopo Ricci

Realizzazione Gli Illegali, BlogAL

Collaborazione FITA Teatro Piemonte, FITA Nazionale

Location L’Officina di Largo Catania

Asta brulé – 18 dicembre 2021

Asta brulé – 18 dicembre 2021

Asta brulé - 18 dicembre 2021

Edizione natalizia della spettacolare Asta delle bici di recupero, organizzata da Gliamicidellebici F.I.A.B. Alessandria, Associazione Sine Limes, Il Chiostro Hostel and Hotel, Ri-cyclo, BlogAL, Gli Illegali con il contributo della Fondazione SociAL.

Con l’aiuto dell’inimitabile GianAggiusta (Gianluca Pagella) si potrà fare l’affare aggiudicandosi delle bici usate riassemblate con pezzi di recupero o donate dai soci della Ciclofficina.
Un’asta colorata e divertente, dove il banditore assegna non solo in base al prezzo, ma anche alla simpatia e volontà dell’acquirente.
Vai sul sito ri-cyclo.org per scoprire quali rombanti mezzi ti aspettano, vieni all’evento e fai la tua offerta. Potresti accaparrarti un mezzo unico, con una storia pregressa che potrai continuare con le tue avventure. Ricordati: le nostre aste delle biciclette sono le migliori della città, anche perché sono uniche!!

Per informazioni: info@sinelimes.org – Tel. 0131288187 – www.ri-cyclo.org

Organizzazione: FIAB Alessandria Gliamicidellebici ODV, Ciclofficina Ri-cyclo, Compagnia Teatrale Gli Illegali, BlogAL, Associazione Sine Limes, Il Chiostro Hostel and Hotel

Iniziativa realizzata con il contributo della Fondazione SociAL

In caso di maltempo … vedremo

Progetto Riusa e pedala
La presenza della ciclofficina Ri-cyclo presso il Chiostro di Santa Maria di Castello è un dato di fatto da qualche anno.
Il personale delle ciclofficina offre assistenza gratuita a chiunque voglia imparare a mantenere la propria bicicletta e rigenera e ripristina tutte le biciclette che vengono donate liberamente dalla cittadinanza, con l’obiettivo di un recupero virtuoso del rifiuto. I mezzi rinnovati vengono presentati durante l’asta delle biciclette.
Inoltre la ciclofficina ha stimolato un gruppo di cittadini attivi che hanno usufruito dei suoi servizi e ha creato momenti culturali e aggregativi aventi come scopo la diffusione del concetto di mobilità sostenibile e attiva.
Il progetto Riusa e pedala, risultato uno dei vincitori del Bando SociAL 2020 organizzato dalla Fondazione SociAL, intende proseguire e potenziare le attività e l’impatto culturale e formativo della ciclofficina stessa, presentando una piattaforma on line www.ri-cyclo.org e alcuni eventi culturali e ricreativi.

LINK: i legami al centro

LINK: i legami al centro

LINK: i legami al centro

Spettacoli teatrali, workshop sull’utilizzo di smartphone, laboratori  sul benessere e tanto, tanto altro: Borgo Rovereto si anima di iniziative per e con i cittadini.

“Il Pil misura tutto eccetto quello che rende la vita degna di essere vissuta”. Con questa affermazione Bobby Kennedy, fratello del più famoso JFK e anch’egli morto tragicamente nel pieno della carriera politica, apriva la strada a una serie di riflessioni, per la maggior parte inascoltate, che mettevano in guardia la nostra società dalla pulsione di ricondurre in maniera meccanica la felicità e il benessere delle persone a dei meri indicatori economici/quantitativi.

A distanza di 60 anni, e nel pieno di una pandemia che sembra non voler terminare, quelle parole risuonano ancora più profetiche: se c’è una cosa che il Covid19 ci ha insegnato è infatti proprio l’importanza delle relazioni, dei legami di senso con i nostri familiari e amici più stretti, ma anche e soprattutto di quelli deboli, che seppure in maniera impercettibile, danno senso e costruiscono il contesto del nostro agire quotidiano.

Sulla base di queste premesse, nell’ambito del Bando “Co-progettazione di interventi a favore di persone prive di una rete familiare e/o di nuclei familiari fragili” promosso dal C.I.S.S.A.C.A, nasce la proposta di LINK, un progetto di Welfare di Comunità per il quartiere di Borgo Rovereto ad Alessandria presentato dall’Associazione Sine Limes di concerto a Blogal, Lab121 e Human Art.

Un progetto appunto di comunità, promosso da organizzazioni fortemente radicate sul territorio di riferimento, che si pone non tanto l’obiettivo di prendere in carico fragilità e vulnerabilità manifeste, ma di costruire le condizioni di un empowerment collettivo nell’area di riferimento, nella convinzione che il benessere delle persone sia un concetto intrinsecamente multidimensionale non ascrivibile a un mero intervento/servizio, ma il risultato di un intrecciarsi di fattori dove la dimensione relazionale, di auto riconoscimento, il valore dei legami insomma, giochi un ruolo decisivo.

In quest’ottica, nasce la proposta destinata a declinarsi in attività specifiche di incontro, confronto, momenti di formazione informale che prenderanno forma ufficialmente nelle prossime settimane a cominciare da:

  • uno Sportello di assistenza sull’utilizzo dello smartphone che si terrà mercoledì 15 dicembre dalle 16 alle 17 al quartiere Cristo, presso il Centro Vita Indipendente sito nel condominio ATC e, sempre mercoledì 15 dicembre, dalle 17 alle 18 a Porto Idee in Via Verona 95 dove condividere insieme a cittadini non più giovanissimi un utilizzo consapevole del cellulare, delle opportunità e dei rischi a cui si può andare incontro. Per maggiori informazioni e per prenotarsi allo Sportello di assistenza all’uso del telefono cellulare, è possibile scrivere una mail a info@lab121.org o telefonare al 388.957.1115
  • SpiazzALessandria un esilarante spettacolo teatrale itinerante promosso dagli Illegali e Blogal, che si terrà il 26 Dicembre alle ore 15.30 in Piazza Santa Maria di Castello, prenotazioni a partire dal 13 dicembre al link illegali.it/prenota

Due attività molto diverse, per tipologia, target, ma accomunate dal fatto di volere mettere al centro le persone, le loro storie, i loro bisogni, i loro desideri e di volere costruire le condizioni di quell’instaurarsi/consolidarsi di relazioni che rappresentano le condizioni di un vero benessere e una vera qualità della vita. A prescindere dal PIL.